Zingarate Forum - Powered by vBulletin
Pagina 3 di 6 primaprima 12345 ... ultimoultimo
  1. #21
    Zingar* ad honorem L'avatar di Gloriactv
    Registrato dal
    Jun 2007
    Città
    Malta-Catania-Napoli
    Messaggi
    1,305
    Si come idea non e' male,i costi di produzione in effetti sono bassissimi ,non so se poi' come attività arrivare ad avere un successo pero',nel senso che tartine e tramezzini sono prodotti internazionali che trovi ovunque,mentre avere quasi l'esclusiva di un prodotto tipicamente made in Italy e' un altro e piu' difficile da imitare nel breve periodo.
    Per l'attività stagionale di 3 mesi lo so,forse non ha molto senso,ma in una località turistica di mare si lavora solo per 3-4 mesi,vale la pena solo se ci sono introiti abbastanza elevati,tipo 25000 euro netti guadagnati da giugno a settembre altrimenti meglio lasciare perdere.Poi secondo voi e' meglio aprire ad Ovest dove ci sono redditi e tenore di vita dei cittadini piu' alti,che magari spendono piu' facilmente o ad Est dove la manodopera attualmente e' a buon mercato?Perche' pagare i dipendenti fa molto,specialmente all'inizio,si va dai 1400 euro dell'Irlanda ai 300-400 dei paesi dell'est,Bulgaria e Romania addirittura 200 euro si trova pure con personale giovane.

  2. #22
    Aspirante zingar* L'avatar di fabietto
    Registrato dal
    Apr 2008
    Città
    Vicenza
    Età
    5
    Messaggi
    536
    Quote Originariamente inviata da Gloriactv
    Si come idea non e' male,i costi di produzione in effetti sono bassissimi ,non so se poi' come attività arrivare ad avere un successo pero',nel senso che tartine e tramezzini sono prodotti internazionali che trovi ovunque,mentre avere quasi l'esclusiva di un prodotto tipicamente made in Italy e' un altro e piu' difficile da imitare nel breve periodo.
    Per l'attività stagionale di 3 mesi lo so,forse non ha molto senso,ma in una località turistica di mare si lavora solo per 3-4 mesi,vale la pena solo se ci sono introiti abbastanza elevati,tipo 25000 euro netti guadagnati da giugno a settembre altrimenti meglio lasciare perdere.Poi secondo voi e' meglio aprire ad Ovest dove ci sono redditi e tenore di vita dei cittadini piu' alti,che magari spendono piu' facilmente o ad Est dove la manodopera attualmente e' a buon mercato?Perche' pagare i dipendenti fa molto,specialmente all'inizio,si va dai 1400 euro dell'Irlanda ai 300-400 dei paesi dell'est,Bulgaria e Romania addirittura 200 euro si trova pure con personale giovane.
    attento però..tartine non sono tramezzini.
    le tartine non sono molto diffuse, sono più piccole, sfamano meno e più sfiziose, se le fai buone e basta avere ingredienti buoni e il pane giusto, 2 persone te ne comprano minimo 6.
    un'ombra di vino (ombra uguale piccolo bicchiere) e ti prendi 11 euro.
    te lo dico io..non è la stessa cosa dei tramezzini.
    poi la mia fantasia te la svelo, visto che non vuoi aprire a bassano del grappa , inserire frutta tra gli ingredienti per le tartine "vegetariane".

    comunque, forse per concorrenza è meglio l'est, l'ovest mi sembra già molto invaso dalla variopinta fantasia di lavori italiani.
    poi ci son molte altre cose da valutare...

  3. #23
    Zingar* ad honorem L'avatar di Gloriactv
    Registrato dal
    Jun 2007
    Città
    Malta-Catania-Napoli
    Messaggi
    1,305
    E va be pero' mi sa troppo alla nordica sta cosa delle tartine,dare poco caricandoci al massimo,ritorniamo quindi al discorso delle palline del gelato se c'e' una cosa che i turisti apprezzano in Sicilia e' sicuramente quella di mangiare in abbondanza cose buone mai provate spendendo poco (vale solo per prodotti da Bar e Gastronomie perche' al ristorante ti mazziano pure qua e che prezzi!).Ricordo che quando ero a Milano e prendevo un cornetto con crema o cioccolato scherzando dicevo al barista ma siamo a Milano o a Genova?di crema neppure un goccio dentro,giusto l'odore,qui tutti riempiono all'inverosimile,va bene massimizzare i profitti,ma poi si diventa davvero taccagni a risparmiare 5 cent di crema
    Ma magari li funziona questo tipo di servizio,qui se fai una cosa del genere ti sputano in faccia a meno che non si tratti di una cosa tipo lounge bar,aperitivo,divanetti ambiente abbastanza elegante dove sedersi,cazzeggiare insomma una specie di happy hour molto soft per gente piu' selezionata diciamo. Ma il mio obiettivo e' altro come detto.
    Insomma l' Arancino al ragu' e' altra cosa.

  4. #24
    Aspirante zingar* L'avatar di fabietto
    Registrato dal
    Apr 2008
    Città
    Vicenza
    Età
    5
    Messaggi
    536
    Quote Originariamente inviata da Gloriactv
    E va be pero' mi sa troppo alla nordica sta cosa delle tartine,dare poco caricandoci al massimo,ritorniamo quindi al discorso delle palline del gelato se c'e' una cosa che i turisti apprezzano in Sicilia e' sicuramente quella di mangiare in abbondanza cose buone mai provate spendendo poco (vale solo per prodotti da Bar e Gastronomie perche' al ristorante ti mazziano pure qua e che prezzi!).Ricordo che quando ero a Milano e prendevo un cornetto con crema o cioccolato scherzando dicevo al barista ma siamo a Milano o a Genova?di crema neppure un goccio dentro,giusto l'odore,qui tutti riempiono all'inverosimile,va bene massimizzare i profitti,ma poi si diventa davvero taccagni a risparmiare 5 cent di crema
    Ma magari li funziona questo tipo di servizio,qui se fai una cosa del genere ti sputano in faccia a meno che non si tratti di una cosa tipo lounge bar,aperitivo,divanetti ambiente abbastanza elegante dove sedersi,cazzeggiare insomma una specie di happy hour molto soft per gente piu' selezionata diciamo. Ma il mio obiettivo e' altro come detto.
    Insomma l' Arancino al ragu' e' altra cosa.
    come vuoi, comunque io non intendevo dare poco e chiedere tanto, mi soffermavo solo sul fatto che non conta solo la quantità ma anche la qualità.
    solitamente una buona tartina sono una tira l'altra, però non ci fai una cena.

  5. #25
    Moderator L'avatar di feelgood
    Registrato dal
    Jan 2007
    Città
    fuggi da foggia
    Messaggi
    9,404
    Quote Originariamente inviata da Gloriactv
    E va be pero' mi sa troppo alla nordica sta cosa delle tartine,dare poco caricandoci al massimo,ritorniamo quindi al discorso delle palline del gelato se c'e' una cosa che i turisti apprezzano in Sicilia e' sicuramente quella di mangiare in abbondanza cose buone mai provate spendendo poco

    seeee, magari!

    avresti scoperto la formula del successo: vendere a poco dei prodotti all'estero, magari sperando di fare concorrenza a chi ha una attività simile alla tua.

    Non è questione di dare poco caricandoci il massimo.

    In realtà ti devi sempre adeguare al mercato del posto in cui ti trasferisci e soprattutto al costo della vita.
    Per dirne una, se io oggi aprissi una piadineria a Londra, non potrei mai pensare di far pagare una piadina l'equivalente di 4 euro, ma almeno 4 sterline.
    Perchè presumibilmente con l'incasso di fine mese non ti pagheresti neppure la farina

    Lo stesso discorso vale al contrario, vedi mercati dell'Est.
    Londra (3) - Dublino - Barcellona - Lloret de Mar - Blanes - Madrid(2)- Alicante - Benidorm - Valencia - Altea, Calpe e Costa Blanca - Stoccolma (2) - Lussemburgo - Amsterdam - Nizza (3) - Cannes (3) - Parigi (3) - Strasburgo - Bruxelles - Bruges - Montecarlo (3) - Corfù - Vienna - Praga - Budapest - Riga - Berlino - Goppingen - Stoccarda - Ulm - Fuerteventura - Malta - Zara - New York - Riviera Maya - Gran Canaria


  6. #26
    Zingar* ad honorem L'avatar di Daje
    Registrato dal
    May 2006
    Messaggi
    4,721
    Quote Originariamente inviata da feelgood
    In realtà ti devi sempre adeguare al mercato del posto in cui ti trasferisci e soprattutto al costo della vita.
    Forse la cosa principale è capire se quello che tu hai da proporre può interessare quel mercato.
    Mi viene come esempio Starbucks,funziona in tutto il mondo tranne che da noi

  7. #27
    Zingar* ad honorem L'avatar di german_exule
    Registrato dal
    Jul 2005
    Messaggi
    644
    Non sopravvalutare la bontà del made in italy, o quantomeno non aspettarti che a questi popoli il cibo nostrano piaccia davvero più del loro.
    Io vivo in Germania, e ti posso assicurare che al 95% delle persone piace più la pizza fatta col Gouda (un formaggione industriale giallo formato San Pietrino ) l'ananas e il prosciutto cotto, piuttosto che una margherita napoletana originale con bufala e forno a legna.
    Stesso discorso per il caffè, l'espresso è conosciuto ma è comunque un prodotto di nicchia.
    Il gelato italiano è apprezzato, però molti non lo apprezzano al punto di pagarci sopra un prezzo più alto.
    Diciamo che questi diventano dei prodotti un po' da raffinati / amatori, non di massa, quindi sono più indicati per un locale un po' di lusso che non per il chioschetto zozzo.

  8. #28
    Zingar* ad honorem L'avatar di Gloriactv
    Registrato dal
    Jun 2007
    Città
    Malta-Catania-Napoli
    Messaggi
    1,305
    Certo e' questo il difficile,qui Starbuck ha sempre ritenuto che l'immagine di una caffetteria , che pure trae ispirazione dal modello sociale e commerciale dei caffé italiani, in Italia non funzionerebbe, dal momento che "agli Italiani non piacciono le coppe di plastica. Perché? Essi non considerano neanche la possibilità di prendere il caffé fuori dal bar, bevendoselo mentre camminano o guidano".
    Ed in effetti ogni cultura ha i suoi gusti e le sue leggi,si tratta di capire se riesce ad accogliere una novità.

  9. #29
    Zingar* ad honorem L'avatar di Daje
    Registrato dal
    May 2006
    Messaggi
    4,721
    Quote Originariamente inviata da german_exule
    al 95% delle persone piace più la pizza fatta col Gouda (un formaggione industriale giallo formato San Pietrino ) l'ananas e il prosciutto cotto, piuttosto che una margherita napoletana originale con bufala e forno a legna.
    Confermo e rilancio con la mitica pizza della pizzeria più figa di Lodz,uno schifo indescrivibile!
    Mia cugina s'è spazzolata la sua e metà della mia.
    I gusti so gusti

  10. #30
    Moderator L'avatar di feelgood
    Registrato dal
    Jan 2007
    Città
    fuggi da foggia
    Messaggi
    9,404
    Quote Originariamente inviata da Daje
    Mi viene come esempio Starbucks,funziona in tutto il mondo tranne che da noi

    piccolo OT: e pure Starbucks non se la passa poi così bene
    Londra (3) - Dublino - Barcellona - Lloret de Mar - Blanes - Madrid(2)- Alicante - Benidorm - Valencia - Altea, Calpe e Costa Blanca - Stoccolma (2) - Lussemburgo - Amsterdam - Nizza (3) - Cannes (3) - Parigi (3) - Strasburgo - Bruxelles - Bruges - Montecarlo (3) - Corfù - Vienna - Praga - Budapest - Riga - Berlino - Goppingen - Stoccarda - Ulm - Fuerteventura - Malta - Zara - New York - Riviera Maya - Gran Canaria


Pagina 3 di 6 primaprima 12345 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Cerco attività commerciali all'estero
    Da Kosta9 nel forum Vivere, studiare e lavorare a...
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 09-08-11, 05:35
  2. aprire attività in Romania
    Da aldora nel forum Mi presento...
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-03-10, 11:42
  3. dove poter aprire un locale
    Da markus fenix nel forum Vivere, studiare e lavorare a...
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 26-04-09, 12:56
  4. Come aprire attività a Londra...
    Da mcfonto nel forum Vivere, studiare e lavorare a...
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 21-02-07, 17:01